Sabbiatura: f.a.q. - le domande più frequenti

Leggi le domande più frequenti che ci vengono poste sul processo di sabbiatura


All'interno di questa sezione trovate le risposte ad alcune fra le domande che ci vengono poste più di frequente:

Domande

  1. Che cos'è la sabbiatura?
  2. Quando è consigliata la sabbiatura a secco?
  3. La sabbiatura viene eseguita in situ?
  4. Il processo di sabbiatura può essere eseguito su tutte le superfici e su tutti i materiali?
  5. Con il processo di sabbiatura riesco a riportare la superficie come era all'origine?
  6. Con il processo di sabbiatura posso rovinare qualche superficie?
  7. Quali precauzioni devo prendere negli ambienti in cui eseguo la sabbiatura?
  8. Quali materiali possono essere sabbiati?

Risposte

  1. Che cos'è la sabbiatura?
    La sabbiatura è un processo di pulizia attraverso il quale si riesce ad asportare ruggine, vernice, incrostazioni da qualunque superficie senza danneggiarla. Il trattamento consiste nel colpire la superficie da trattare con un abrasivo appropriato a diverse granulometrie.
    Si distinguono quattro tipi di sabbiatura:
    Sabbiatura a secco: consiste nel lanciare contro la superficie da pulire un getto di materiale abrasivo (sabbia silicea o graniglia metallica) ad alta velocità.
    Idrosabbiatura: consiste nel lanciare contro la superficie da pulire un getto di sabbia e acqua insieme.
    Sabbiatura con umidificatore: La sabbiatura con umidificatore è analoga all'idrosabbiatura solo che l'acqua è portata all'esterno della sabbiatrice a secco.
    Sabbiatura criogenia o a ghiaccio secco: consiste nello scagliare contro la superficie da pulire anidride carbonica allo stato solido (detta ghiaccio secco), utilizzata nel settore industriale in cui non sia assolutamente possibile causare polveri, offre risultati sicuramente peggiori rispetto alla sabbiatura tradizionale.
  2. Quando è consigliata la sabbiatura a secco?
    La sabbiatura a secco è consigliata tutte le volte in cui le polveri generate dal processo di sabbiatura non danneggiano terzi o possono essere contenute con adeguate protezioni. Sicuramente è il metodo che offre i migliori risultati soprattutto nelle ristrutturazioni edili, è il più veloce, il più economico e può essere eseguito in qualunque periodo dell'anno.
  3. Quando sono consigliate la sabbiatura con umidificatore e l'idrosabbiatura?
    La sabbiatura con umidificatore e l'idrosabbiatura sono due metodi che consentono l'abbattimento delle polveri di lavorazioni e sono quindi consigliate tutte le volte in cui non sia possibile eseguire il lavoro in luogo aperto o in una cabina di sabbiatura.
    L'idrosabbiatura riduce le polveri ma utilizza una grande quantità di acqua ed è meno efficace della sabbiatura a secco in quanto il potere abrasivo è minore per la presenza dell'acqua, ne consegue che i tempi per l'esecuzione del lavoro sono maggiori e di conseguenza i costi.
    La sabbiatura con umidificatore, è sicuramente più economica dell'idrosabbiatura, ottiene risultati molto simili alla sabbiatura a secco ma per la presenza dell'umidificatore causa una leggera fanghiglia (comunque risolvibile con un buon lavaggio) e non garantisce sempre ottimi risultati di abbattimento delle polveri.
  4. La sabbiatura viene eseguita in situ?
    Sì grazie ai nostri veicoli siamo in grado di eseguire il lavoro di sabbiatura in loco, raggiungiamo tutti i cantieri e spesso con adeguate prolunghe anche ambienti difficilmente avvicinabili.
  5. Il processo di sabbiatura può essere eseguito su tutte le superfici e su tutti i materiali?
    Sì, il processo di sabbiatura può essere eseguito su tutte le superfici e su tutti i materiali come per esempio:
    cancelli in ferro, ringhiere, termosifoni, porte in legno, persiane in legno, soffitti e muri di mattoni, di pietra, di cemento, parti in granito, serramenti in metallo ecc. Solo nel caso di lamiera e alluminio che presentano spessori sottili potrebbero sorgere alcuni problemi.
  6. Con il processo di sabbiatura riesco a riportare la superficie come era all'origine?
    Sì, con il trattamento di sabbiatura tutte le superfici sono riportate al loro stato originale senza subire danni. Ovviamente, alla fine del processo, la superficie trattata apparirà più o meno ruvida a seconda del materiale lavorato in quanto il getto di sabbia ad alta pressione incide la superficie.
  7. Con il processo di sabbiatura posso rovinare qualche superficie?
    No, a seconda del tipo di superficie da pulire verrà scelto il trattamento adeguato. Per manufatti o superfici delicate sarà scelta una sabbiatura con una pressione più leggera e con polveri a granulometria molto fine, mentre per superfici più resistenti sarà applicata una sabbiatura più aggressiva.
    Nel restauro, ad esempio, in cui l'operazione di sabbiatura deve rimuovere smog o graffiti verranno utilizzate polveri fini a bassa pressione, mentre quando la superficie da trattare deve essere verniciata si può intervenire con una sabbiatura più aggressiva in modo da creare una superficie che permetta un buon ancoraggio del trattamento successivo.
    Nella ristrutturazioni di vecchi edifici è meglio eseguire, come primo intervento, la sabbiatura e successivamente intervenire con altre opere di ristrutturazione, in questo modo si eviterà di danneggiare intonaci nuovi o finestre o impianti elettrici e idraulici appena installati.
  8. Quali precauzioni devo prendere negli ambienti in cui eseguo la sabbiatura?
    Il processo di sabbiatura a secco causa ovviamnete una grande quantità di polvere e richiede quindi particolari precauzioni soprattutto nei casi in cui si deve operare in centri storici o quando nelle immediate vicinanze della zona in cui avviene il processo di sabbiatura ci sono persone non dotate delle dovute protezioni.
    In ogni caso, quando si opererà all'esterno, sarà allestito un cantiere dotato di ponteggio completamente chiuso da nylon atto a salvaguardare la salute degli operatori e l'ambiente esterno.
    Se l'operazione di sabbiatura interessa ambienti interni saranno tamponate tutte le finestre.
  9. Quali materiali possono essere sabbiati?
    Il processo di sabbiatura, nel settore edile, interessa principalmente:
    pareti murali con intonaci non troppo arricchiti di cemento
    soffitti a volta
    soffitti in travi di legno e tavelle
    nell'industria:
    silos di metallo (ferro)
    tralicci
    cisterne
    carpenteria mista
Copyright © 2007-2011 - Sabbiatura Soncini - policy privacy